Folle addio al calcio

In scena un rapimento per salutare il calcio giocato

Roba da pazzi, quello che ci raccontiamo in questo articolo. Una cosa mai vista. Follia allo stato puro. Nella terza categoria siciliana durante la partita di calcio, tra il Città di Viagrande e Play Shop Nebrodi. Un 55enne ha messo in scena un addio al calcio come in un film d’azione alla Bruce Willis. Infatti un vero elicottero è atterrato sul terreno di gioco, tra lo stupore generale, e tre finti banditi hanno rapito il giocatore. Naturalmente il gesto è costato una maxi-squalifica.

I dettagli della questione

Il fatto é accaduto lo scorso 30 marzo a Viagrande, in provincia di Catania. Una regia curata da Ignazio Barbagallo, 55enne giocatore della formazione di casa, che si è inventato un “addio” hollywoodiano, lasciando senza parole l’arbitro e tutti i presenti. Così l’allenatore del Viagrande è stato costretto al cambio e la partita è ripresa. Non fosse abbastanza, la scena è stata documentata da un video, che ha giocato in rete in maniera virale. Il giudice sportivo ha inflitto alla società una multa di 200 euro oltre alla squalifica del campo fino alla data del 31 maggio. Barbagallo, invece, è stato squalificato fino al 6 giugno “per aver abbandonano il terreno di gioco senza il permesso dell’arbitro servendosi di un elicottero il cui atterraggio non era stato autorizzato, causando una potenziale situazione di pericolo per tutti i presenti”. Una vera e propria follia, che non si era mai vista in nessun campo di calcio. Barbagallo ed il suo addio al calcio, rimarrà senza ombra di dubbio scolpito nella storia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *